La torta di mele renette

febbraio 17, 2015

torta mele

Cucina urbana silenziosa. Una fetta di torta è alla ribalta sul tavolo: segno del passaggio di mia sorella, implacabile produttrice di dolci e fervida sostenitrice del cake sharing.
"Sorella, l'hai fatta tu quella torta di mele? È buonissima."
"No, la nostra vicina di casa: un grazie a Vu che le ha spalato la neve dall'ingresso."

È una torta soffice, basica, di spartana bellezza, che sa di mele... e che starebbe benissimo nella mia cucina di campagna.
Le commissiono un'indagine sul campo e la proposta di uno scambio culturale con la vicina. 

Ma in attesa che quella ricetta prenda il volo e arrivi fino qui - naturalmente sarete i primi a saperlo - sfoglio il vecchio quaderno, compendio esaustivo delle ricette di casa nostra, autori vari (come dimostrano le diverse calligrafie) e ritrovo una torta di mele vintage.

Lista di ingredienti corta: farina, zucchero, uova, un cenno di burro e tante mele. Mentre cuoce nel forno vi racconta già di sé col suo profumo, vi tenta appena sfornata, ancora calda, allieta la colazione e magari anche un dopocena. 
Semplicissima e buona.

Abbracci,

V.

Torta di mele renette

300 g di farina 00
150 g di zucchero
50 g di burro
3 uova
3 mele renette (circa 600 g)
1 bustina di lievito
1/2 limone
latte q.b.
pane grattugiato

Preparate le mele: sbucciatele e tagliatele a fettine di circa 2 mm; mettetele in una ciotola con il succo del mezzo limone e un cucchiaio di zucchero preso dal totale. Mescolate e lasciate riposare.

Accendete il forno a 180°, imburrate uno stampo rotondo da 24 cm (se ne possedete uno a cerniera è il momento di usarlo) e cospargetelo di pane grattugiato (la ricetta è vintage... vi avevo avvisato).

In una ciotola sbattete i tuorli con lo zucchero tenendone da parte un altro cucchiaio, aggiungete il burro fuso, la farina setacciata con il lievito e qualche cucchiaio di latte. Montate gli albumi a neve ben ferma e incorporateli all'impasto con movimenti ampi, dal basso verso l'alto.

Versate circa metà del composto nello stampo e adagiatevi qualche fettina di mela, terminate con il resto di impasto, livellatelo con una spatola e distribuitevi sopra le restanti mele, che cospargerete con un cucchiaio di zucchero.

Cuocete la torta a 180° per circa 50 minuti; lasciatela ancora 10 minuti nel forno spento e con lo sportello aperto, poi sformatela delicatamente.

Si può servire sia tiepida, sia fredda.


 
---------------
Per i soci del club "torte di mele e dintorni": sappiate che ci sono un po' di altre ricette qui sul blog che fanno al caso vostro:
- vellutata di finocchi e mela rossa
- mele al forno
- apple pie
- crumble di mele e prugne
- torta di mele
- tortine di mele e noci
- tortine di mele e carote
- chutney di mele e prugne

Grazie a Lucia che ha pensato a me per l'Around World Blog Hop. Certo non sono creativa quanto lei e sicuramente molto (ma molto!) meno organizzata... diciamo che a volte prendo in mano pennelli e vernice, altre volte i tessuti e molto più spesso Farina and Co. Adesso dovrei scegliere tre blog a mia volta, ma mi trovo in grande imbarazzo... siete tutti bravissimi. Spero di non creare problemi dando a tutti i lettori la possibilità di partecipare.

Infine, con questa ricetta partecipo a un doppio compleanno: di Sara e del suo blog. Grazie per l'invito alla festa, porto una torta.

http://www.dolcizie.com/2015/01/happy-birthday-dolcizie-giveaway.html










torta mele

You May Also Like

45 commenti

  1. ma quanto sono belle e invitanti queste torte di mele, non ci stancano mai e rimangono sempre le preferite credo di tutti. Mi ricorda tantissimo una torta che faceva mia zia, sapeva fare solo quella, con pochi ingredienti semplici, ma non ce ne erano di più buone, ho provato io a rifarla tante volte ma non mi è mai venuta come la sua.
    Un bacione e buona giornata
    Sabina

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Finalmente una torta di mele della zia, perché qui sembra sia esclusivo appannaggio delle nonne. Comunque sia, noi non ci stanchiamo mai di sfornarle e chissà che prima o poi non ci vengano proprio come a loro...

      Elimina
  2. La torta di mele è un classico.... io l'adoro. Nella sua semplicità è proprio un capolavoro! Complimenti! e un bascione grande grande

    RispondiElimina
  3. La torta di mele . . . un must delle torte fatte in casa ! Ha sempre il suo fascino ed è sempre. . . squisita ! La tua è super invitante ^_^

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ha sicuramente il vantaggio di essere alta e soffice, per via di quegli albumi montati...

      Elimina
  4. La torta di mele ha sempre un mega posto sulle mie scelte!!!!
    Un abbraccio

    RispondiElimina
  5. La torta di mele penso che sia il comford food per eccellenza! Io la adoro, è la torta casalinga che più mi piace, in tutte le sue versioni (e ce ne sono un'infinità).

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Pochi ingredienti, tante mele. Su questo non faccio sconti, deve sentirsi il profumo e il gusto secondo me. Grazie del commento.

      Elimina
  6. LE TORTE DI MELE SONO UN CLASSICO CHE NON DEVE MAI MANCARE SULLE NOSTRE TAVOLE, QUANTE RICETTE, TUTTE MERAVIGLIOSE, MI FAI ASSAGGIARE UNA FETTA, IO FACCI PARTE DEL CLUB!!!!BACI SABRY

    RispondiElimina
  7. Semplice e buonissima.
    Alla prossima

    RispondiElimina
  8. Il quaderno vintage con la ricetta della torta di mele ci sembra familiare ^ ^, in fondo questa è una di quelle ricette che o si va sul sicuro o si potrebbe variare una quantità tale di volte da produrne in serie! Siamo comunque d'accordo con entrambe le filosofie, è una torta che sa di famiglia ma può essere anche reinventata ogni volta e questa ci piace molto come quella sedia bianca che si intravede dalla foto!! Smackk

    RispondiElimina
    Risposte
    1. "Familiare" è proprio la definizione giusta, tra ritagli stropicciati, appunti più o meno disordinati o dettagliati ci sono proprio le mani di tutta la famiglia... Il ché, a volte, richiede una certa capacità interpretativa...

      Elimina
  9. buona la torta di mele mi ricorda quando ero piccola;)un bacio

    RispondiElimina
  10. Per me la torta di mele è il dolce di casa per eccellenza!!
    Perfetta questa versione!! Buona serata!!

    RispondiElimina
  11. Adoro queste torte vintage alla mela..e la tua ha una spetto sublime, proprio come quella della nonna ^_^
    Complimenti!

    RispondiElimina
  12. Hello from Spain: a very tasty recipe. Great torta. Keep in touch

    RispondiElimina
  13. Perchè limitarla alla colazione o al dopocena? perchè non una fetta per la merenda da mettere in cartella o nella borsa portatutto dell'ufficio?
    Dopo il periodo in cui ho samltito gli avanza natalizi e i dolci dei compleanni invernali, ho ripreso a sfornate torte semplici e senza grilli per la testa, con pochi ingredienti, da fare e rifare ormai ad occhi chiusi, come questa ....
    Claudette

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Cara Claudette, è vero: perché limitarci? Ormai che è sfornata tanto vale approfittarne. Ti dirò, le torte "senza grilli per la testa" restano le mie preferite di sempre. Grazie per il tuo commento, un salutino anche alla Pulce.

      Elimina
  14. Ciao Veronica, complimenti per questa splendida torta di mele, è bellissima!
    Le torte di mele per me hanno un fascino irresistibile...sanno di casa...di cose buone e di ricordi d'infanzia!
    Bravissima!!!
    Un grande abbraccio Laura<3<3<3

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Laura, questa torta sa farsi ricordare, magari senza farsi troppo notare, proprio con quel suo "fascino irresistibile" che ti fa scattare una scintilla, o accendere il forno...

      Elimina
  15. Ho guardato la foto e mi son detta. ma è la torta di mia nonna!!! Poi ho letto la ricetta, e pur non conoscendo le quantità giuste degli ingredienti, il procedimento è proprio quello lì. Con te faccio sempre un balzo nella mia storia familiare. Incredibile!
    Ora aspetto di leggere il tuo Around the World Blog Hop. Senza paura, un salto e via. Ti ho scelta perché la tua creatività si esprime in tutto quello che fai ma ancor più nelle parole che usi! ;) un abbraccio

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Cara Lucia, felice di sapere che qui da me ti trovi un po' come a casa, magari sedute in cucina a berci una tazza di tè con una fetta di torta di mele, che dici?
      E per quanto riguarda Around World Blog Hop davvero non ho tanto da aggiungere a quelle poche righe di sopra... magari ci penso un pochino, chissà... Intanto, un caro abbraccio.

      Elimina
  16. La renetta è una mela che rende speciale qualsiasi tipo di dolce, io l'adoro!
    ...la tua torta di mele deve essere proprio una meraviglia........
    Buona giornata, un abbraccio!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Più che altro direi di una semplicità meravigliosa, una torta da bambini... o che fa tornare bambini. A te la scelta.

      Elimina
  17. Ciao!! grazie per avermi trovata e fatta trovare! :) mi unisco volentieri anche io al tuo blog! Ho ben presente i quaderni con le ricette vintage di cui parli, quelli scritti da tante mani, magari con le correzioni...quelle sono le ricette che funzionano meglio di tutte, consolidate nel tempo! questa torta è uno splendore! buona giornata!!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Silvia, è stata una piacevole scoperta la mia... Contenta che la torta sia nelle tue corde, te ne offro una fetta per darti il benvenuto in questa cucina. A presto.

      Elimina
  18. Sarà semplice, di bellezza spartana e vintage ma si da il caso che la torta di mele casalinga sia uno dei miei dolci preferiti!
    Il fatto che esca da una ricetta scritta su un vecchio quaderno di famiglia la rende ancora più intrigante ai miei occhi...
    Baci!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Silvia, siamo perfettamente in sintonia e credo proprio che continuerò a sfornare questa torta fino all'ultimo cestino di mele.

      Elimina
  19. Io ho molte ricette, ormai ingiallite, che mia mamma aveva l'abitudine di scrivere a mano. Questa torta dev'essere veramente ottima. Bella la presentazione. Buona vita!

    RispondiElimina
  20. adoro i vecchi quaderni di famiglia...io ho la fortuna di possederne diversi e ogni volta eseguire una ricetta è come collegarsi idealmente a persone che ormai data l'età molto avanzata non cucinano più o mancano da tanti anni...nel leggere una ricetta mi sembra di rivedere loro, intente a preparare un dolce o una pietanza...
    il fatto che la tua torta di mele provenga da questi quaderni la rende unica e speciale, di sicura riuscita e ottima:))
    grazie mille per la condivisione Veronica:))
    un bacione:))
    Rosy

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Cara Rosy, che piacere sapere che c'è qualcuno che la pensa esattamente come me. Ma in fondo non è certo la prima volta che ci troviamo in perfetto accordo...
      Un commento così speciale, il tuo, che l'ho letto due volte. Grazie mille a te per la condivisione.

      Elimina
  21. essì, lo ammetto, la torta di mele è il dolce per eccellenza a casa mia, ogni tot di giorni la devo fare altrimenti il mio compagno dà di matto!! Un abbraccio SILVIA

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Un copione conosciuto questo, che solitamente da noi ha per oggetto un'altra torta. Poi ho sfornato questa e la reazione è stata: "Sai che è proprio buona? Sostituisce benissimo il belsone!"... Per questa settimana sono salva...

      Elimina
  22. Come dico sovente, quando si tratta di ricette di famiglia, non c'è Montersino che tenga.
    Felice di essere capitata qui, per una golosa fetta di torta, in attesa di fare il paragone con la ricetta della fantomatica vicina.
    Ti aspetto quando vuoi nella mia modesta cucina al paragone, per una tazza di te e due chiacchiere.
    Un abbraccio

    RispondiElimina
  23. Un classico, la torta di mele!

    RispondiElimina
  24. mamma mia questa torta è una favola!!!!!!!!!!!!!
    la voglio la voglio la voglio!!!!
    a presto cara
    Azzurra

    RispondiElimina
  25. Amo i dolci con le mele, quindi assolutamente da assaggiare!!!
    Bravissima!!!
    Un mega abbraccio e buon fine settimana
    Carmen

    RispondiElimina
  26. ma ciaoooo... che bel blog :D
    mi sono unita anch'io ai tuoi sostenitori ;-)
    e ne approfitto per prendere anche un pezzetto di questa squisita torta :-P
    un abbraccio.
    a presto e buon w.e.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Benvenuta Betty, felice che la cucina di campagna sia di tuo gradimento. La torta è sul tavolo, prendine pure una fetta... A presto.

      Elimina
  27. Adoro il tuo modo di scrivere, profuma di dolcezza come il tuo meraviglioso dolce.
    Grazie cara e buona domenica sera!
    Un caro saluto.
    Luci@

    RispondiElimina
    Risposte
    1. E io "adoro" i tuoi commenti, Lucia; sapere che ti trovi bene in questa cucina mi fa un gran piacere. Un caro saluto anche a te. A presto!

      Elimina
  28. Svengo! Io ho una vera passione per le torte di mele e questa sembra strepitosamente buona! Allora ne rubo una fettina e ti ringrazio per aver partecipato al mio Giveaway :)

    RispondiElimina
  29. Cosa darei per assaggiarne un pezzetto! ;)
    Sono golosa di torte di mele ...e questa sembra irresistibile ...poi in questo periodo abbastanza intenso e pieno di impegni....non riesco a trovare il tempo per farne una...mannaggia!
    A presto..

    Giusy

    RispondiElimina
  30. Un acquisto fatto bene ti premia nel tempo. Prova stampo per cupcake retro. Vai su http://www.vitalbios.com/A/MTQ4Nzg2MjExNywwMTAwMDA0OCxzdGFtcG8tcGVyLWN1cGNha2UtcmV0cm8uaHRtbCwyMDE3MDMyMyxvaw==

    RispondiElimina