Tagliatelle di castagne alla "cipollara"

gennaio 11, 2015

Tagliatelle con farina di castagne

Non lo so se è questione di regressione infantile o deformazione professionale, fatto sta che mi piacciono le lavagne a gessetti.
Nella cucina di campagna ne abbiamo una dove, non potendo scrivere esercizi, appunto quello che manca in dispensa.
La voce "Farina", seguita da un qualche complemento di specificazione, ha un tempo di permanenza superiore alla media; va da sé che, considerato l'elevato tasso di rotazione delle scorte, sia una presenza fissa della lista.

All'ultimo "Ancora farina?" di qualcuno mi sono decisa a fare un inventario, in leggero ritardo sui tempi canonici.
Grano tenero - zero, doppio zero, integrale - grano duro, manitoba, semola fine, farro, grano saraceno, mais fioretto, riso, castagne.
Il minimo sindacale se si vuole variare quel tanto...

Comunque, per oggi ho cancellato la farina dalla lavagna; ma ne ho miscelata qualcuna sul tagliere per sperimentare queste tagliatelle che mi intrigavano da un po'.
All'assaggio sono state talmente apprezzate che la ricetta è stata immediatamente archiviata tra quelle "riuscite-da-ripetere".



Abbracci,

V.
  

Tagliatelle con farina di castagne (per 2 persone)

150 g di farina 00
50 g di farina di castagne
2 uova
1 pizzicotto di sale
farina di semola, q.b.

Per il sugo:
1 salsiccia fresca
2 cipolle di Cannara (o altra varietà dolce)
1 rametto di rosmarino
30 g di nocciole sgusciate
parmigiano reggiano

Setacciate le due farine sul tagliere, unite il sale e fate la fontana, rompete le uova al centro e iniziate a lavorare prima con una forchetta poi con le mani fino ad avere una pastella liscia, ci vorranno almeno 10'. Coprite con una ciotola capovolta e lasciate riposare una mezz'ora.

Tritate le cipolle e fatele appassire in un paio di cucchiai di olio, unite la salsiccia sbriciolata e il rametto di rosmarino e cuocete a fuoco molto dolce; aggiustate di sale e pepe.

Allargate le nocciole su una teglia da forno e tostatele pochi minuti, non devono assolutamente bruciare; quando sono fredde tritatele grossolanamente al coltello.

Trascorso il tempo tirate la sfoglia sottile - quella delle tagliatelle deve essere trasparente - spolverate il tagliere di semola e lasciate asciugare la sfoglia 15'; arrotolatela su sé stessa e tagliatela a fettine di 1,5 cm che aprirete mano a mano per non farle attaccare.

Cuocete le tagliatelle in acqua bollente salata, scolatele al dente nel tegame del sugo e saltate qualche minuto per amalgamare i sapori. Impiattate e completate con una nevicata di parmigiano reggiano e le nocciole tritate.



---------------
La cipollara: è il nome di questo sugo saporito che mi ha insegnato Edda, signora raffinata con uno squisito gusto nel ricevere e uno di quei libri degli ospiti che le permette di non riproporci gli stessi piatti e di sapere esattamente cosa avevamo apprezzato.

tagliatelle farina castagne

You May Also Like

29 commenti

  1. Mai mangiate le tagliatelle di castagne, ma devono essere squisite. Ho in casa tutti gli ingredienti, oggi è domenica e ho tempo. Ci provo.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Brava Ambra, poi fammi sapere cosa ne pensi.

      Elimina
  2. Squisite!! Anche in Liguria abbiamo una pasta tipica fatta con la farina di castagne ed è troppo buona, qui si condisce con il pesto ma il tuo sugo mi fa davvero venire l' acquolina!! Buona Domanica!!

    RispondiElimina
  3. ahahah..io non ho una lavagna con i gessetti ma una magnetica attaccata al frigo e regolarmente c'è scritto farina con il pennarello :-P Mi sa che siamo molto simili in questo e quando mi trovo a fare un po' di pulizia in dispensa ho sempre delle piacevoli sorprese ^_^
    Ottimo quest'impasto della pasta..mi ispira moltissimo anche x fare dei ravioli..mi sa che oggi lo passo ad impastare :-P
    Buona domenica <3

    RispondiElimina
    Risposte
    1. In effetti credo proprio sia un'ottima idea quella dei ravioli, avrei anche in mente un ripieno giusto. Fammi sapere come li hai fatti tu che ci confrontiamo.

      Elimina
  4. COME FA A MANCARE UNA VARIETA' DI FARINE A CASA DI UNA FOOD BLOGGER????HAI RAGIONE!!!!!OTTIME LE TUE TAGLIATELLE, MI PIACCIONO MOLTO!!!!BACI SABRY

    RispondiElimina
  5. Hello from Spain: great recipe. Very tasty and healthy .. we keep in touch

    RispondiElimina
  6. Ciao Veronica, non ho mai mangiato le tagliatelle con la farina di castagne, devono essere deliziose!
    Devo provarle mi ispirano un sacco, grazie per averla condivisa!
    Un abbraccio Laura:-):-):-)

    RispondiElimina
  7. il minimo sindacale... mi hai fatto troppo ridere!!! e ti capisco perché nella mia cucina le diverse farine hanno un ripiano tutto loro. :-) ti auguro una buona settimana!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Vedi? Le tue addirittura ottengono un ripiano tutto per loro, altro che minimo sindacale.
      Una buona settimana anche a te.

      Elimina
  8. un piatto invernale, scalda cuore e palato. buona settimana

    RispondiElimina
  9. Davvero sorprendente questa ricetta e ottimamente presentata,poi. Invidiabile l'organizzazione della signora Edda; io mi riprometto sempre di fare un libro degli ospiti ma poi, regolarmente, mi areno al primo invito dell'anno e lascio l'agenda con tante belle pagine bianche...

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Edda è davvero una ospite perfetta, però leggo che anche tu almeno ci provi, sei più brava di me!

      Elimina
  10. Deliziose , anche da vedere . Non so se la farina di castagne è facile da trovare , non ci ho mai fatto caso .
    Ti auguro una buona settimana
    Maddalena

    RispondiElimina
    Risposte
    1. La mia viene direttamente dal produttore in montagna, ma sicuramente si trova in qualche bel negozietto fornito dove entri che non ti serve niente ed esci con almeno tre varietà di farina che "ma come ho fatto senza?"

      Elimina
  11. Ciao Veronica, non ho mai avuto modo di assaggiare le tagliatelle realizzate con la farina di castagne, devono essere sicuramente buonissime così come quel sugo troppo godurioso con cui le hai condite, bravissima:))
    un bacione, buona settimana e grazie mille per la splendida ricetta:))
    Rosy

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Naturalmente quel sugo è buonissimo anche con una pasta, purché di buona qualità. Però il contrasto con il sapore delicato della farina di castagne per me è da provare. Se decidi di sperimentare fammi sapere cosa ne pensi.

      Elimina
  12. a vederle sembrano davvero buone!! non le ho mai provate con la farina di castagne, ma a vedere le tue me ne pento amaramente! rimedierò al più presto!! :)

    RispondiElimina
  13. Anch'io non sapevo che si potesse preparare della pasta con la farina di castagne. Grazie del consiglio, mi hai fatto venire voglia di prepararle. A Natale ho fatto insalata con noci, radicchio e mele tagliate a ventaglio con spiralizer consigliato da te. Buona vita!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Erika, sono proprio contenta che quell'ispirazione sia approdata nella tua cucina e sulla tua tavola. Di Natale per giunta! Un abbraccio.

      Elimina
  14. Qualche tempo fa ho fatto una lasagna con farina di castagne e funghi porcini, ed è piaciuta ai miei ospiti. E m'intriga molto questa ricetta, l'unica cosa è che non sono certa di riuscire a trovare è questa qualità di cipolla, magari se non la trovo potrei usare quella rossa di tropea, che dite? Un abbraccio e ....buon anno. Paola

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Paola, assolutamente sì, l'importante è che sia una varietà di cipolla dolce.
      Ciao.

      Elimina
  15. un bell'abbinamento per le tagliatelle di castagne questo con le cipolle di cannara, brava ci hai consigliato un gran bel primo piatto

    RispondiElimina
  16. Che bel piatto ricercato e pieno di gusto! Che brava...mica facile tirare la sfoglia a mano!
    Felice di averti incontrato sul web! :)

    un saluto
    Giusy

    RispondiElimina
  17. Non le ho mai provate ma sembrano ottime!
    Ciao
    Laura

    RispondiElimina
  18. Se usi la cipolla rossa di Cannara, allora sei umbra! La cipollara che conosco io era il nome di un modesto ristorante di Cannara (PG) dove andavo spesso a mangiare quando dovevo lavorare lì vicino: si spendeva poco, ma si mangiava molto molto bene! Che bei ricordi che mi hai fatto tornare in mente...! Un abbraccio

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Le cipolle arrivano proprio da lì, ma grazie a degli amici di passaggio. Che si mangiasse bene lo immagino e mi piacerebbe provarlo quel ristorantino che dici, chissà...

      Elimina
  19. Devono essere buonissime, proverò a farle con la farina di riso, grazie!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Cara Isy, un gusto particolare dato dato dalla farina di castagne ma assolutamente da provare. Farina di riso? Mi ispirano altrettanto, quindi se impasti facci sapere!
      V.

      Elimina