Un tradizionale bensone

dicembre 13, 2014

C'è una trattoria, dispersa nella campagna, che è stata la succursale di una nostra cucina per lungo tempo.
La frequentavamo spesso, un po' per pigrizia, un po' per comodità. Era la nostra alternativa fissa ai momenti di disorganizzazione culinaria; uscivamo di casa, così come eravamo e la raggiungevamo a piedi, con la torcia per illuminare la strada nelle sere di nebbia fitta.

Se venite da fuori, in una di quelle sere, partite corredati di un buon senso di avventura perché non ci sono insegne, né indicazioni, né tantomeno illuminazione. Semplicemente lasciate il paese, seguite la strada dell'argine e ve la ritrovate davanti.
E non lasciatevi intimidire, se siete arrivati fino qui, dalla prima impressione; l'abito non fa il monaco, neanche di fronte a un ingresso vintage, a un'apparecchiatura basica e all'esuberanza degli "appesi".
Vi dirò di più: non è nemmeno scontato che abbiate un tavolo solo per voi, spesso vi fanno sedere insieme ad altri, ma qui nessuno ci fa caso...
Chi vi serve è anche chi cucina. Pochi piatti che si ripetono come le stagioni, oltre a qualche nouveauté che ha stuzzicato la fantasia della cuoca, ma che probabilmente faticherete a trovare di nuovo.

Quello che invece è una presenza fissa è il bensone, corredato come nella migliore tradizione di marmellata brusca, a cui puntualmente facciamo onore insieme a un ultimo bicchiere di vino dolce.


belsone

Della ricetta esistono numerose versioni e posso dire di averne sperimentate parecchie prima di essere arrivata a questa che qualcuno definisce la sublimazione...
 

Bensone:

350 g farina 00
120 g zucchero
100 g burro morbido
2 uova
1 bustina di lievito
1 pizzico di sale
Rapatura di limone
Latte q.b.

Fate la fontana con la farina e il lievito setacciati, versate al centro gli altri ingredienti e iniziate ad impastare aggiungendo se necessario qualche cucchiaio di latte. L'impasto deve risultare morbido ma non troppo appiccicoso. 
 
Adesso avete due alternative: lasciarlo al naturale dandogli una forma vagamente somigliante a una "S" tridimensionale, praticare qualche taglio sulla superficie, pennellare con latte e spolverizzare di zucchero semolato o in granella. Da noi è la versione che va per la maggiore. Da intingere nel vino dolce bagnandosi almeno la prima falange.
 
Oppure potete stenderlo su un foglio di carta forno in un rettangolo di 1,5 cm circa di spessore e farcirlo al centro con abbondante marmellata (di quella extrabrusca di prugne o amarene, null'altro ammesso); con l'aiuto della carta ripiegare un lembo verso il centro, sovrapporvi l'altro e chiudere anche i lati corti per evitare la fuoriuscita del ripieno in cottura.
 
In entrambi i casi infornate a 180° per 45' circa e se la superficie dovesse scurire troppo copritelo con un foglio di alluminio finché non è cotto alla perfezione. Lasciate nel forno spento altri 5' poi fate freddare su una gratella.
bensone

Bensone o belsone? L'etimologia è incerta... l'ho sentito definire in entrambi i modi, forse più spesso belsone, quindi ho concluso che deve essere una sfumatura di denominazione legata all'origine geografica di chi vi ha dato la ricetta... tenendo presente che anche pochi chilometri fanno la differenza!

Abbracci,
V.

You May Also Like

29 commenti

  1. Hello from Spain: fabulous recipe. Very wealthy and tasty. Keep in touch

    RispondiElimina
  2. ma dai??? mai sentito !!! me lo vedo molto bene farcito con marmellata! :-) un abbraccio

    RispondiElimina
  3. Non conoscevo questa specialità..mi ispira e attira tantissimo, dev'essere troppo buono, ha un aspetto invitantissimo:)))
    bravissima, complimenti:))
    un bacione e buon fine settimana:))
    Rosy

    RispondiElimina
  4. non l'ho mai sentito, ma e' molto invitante e tu presenti sempre i tuoi piatti con molta cura, complimenti!!!!Baci Sabry

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie Sabrina, il tuo è proprio un bel complimento. Buona domenica e a presto!
      V

      Elimina
  5. Ma che buono deve essere!! Ma risulta morbido o croccante?
    Un abbraccio cara e buona domenica

    RispondiElimina
  6. Cara V,
    Che dolce questa Bensone e con una Moscata d'Asti... c'è com'un cielo!
    Buona 3. settimana Avvento.
    Baci,
    Mariette

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Mariette: Abbinamento perfetto! Un bicchiere di moscato dolce e un paio, sempre un paio, di fette di belsone... Se ci aggiungi risate e buona compagnia il pranzo sarà stato davvero perfetto!

      Inco: è un dolce morbido ma non soffice, diciamo una frolla lievitata, che mantiene un'anima decisamente rustica; è un dolce da campagna, da mangiare senza paura di bagnarsi le dita nel vino in cui lo si può, anzi si deve, assolutamente intingere!

      Elimina
  7. Grazie x aver condiviso questa preziosissima ricetta :-) L'aspetto è incantevole e sicuramente il sapore non sarà da meno :-)
    L'atmosfera di quella trattoria è magica..sono quei luoghi che ci porteremo x sempre nel cuore ^_^
    Buona domenica <3

    RispondiElimina
  8. mmm una ricettina invitante;) buona domenica^_^

    RispondiElimina
  9. Mai fatto o provato, mi incuriosisce assai!

    RispondiElimina
  10. Great blog♥

    How about follow each other?
    I follow your blog. Waiting for you♥
    My Blog: http://juliemcqueen.blogspot.com

    RispondiElimina
  11. Eh eh, anche qui c'era un posto simile, sulle alture di Sori, solo che purtroppo adesso ha perso un po' di quel fascino!! Il dolce sembra buonissimo, peccato non mi sia mai capitato di assaggiarlo!!

    RispondiElimina
  12. Dev'essere ottimo. Colgo l'occasione per augurarvi un Buon Natale ed un nuovo anno ricco di ogni bene.
    Erika

    RispondiElimina
  13. questo è il classico dolce che farebbe impazzire mio marito, lui adora queste consistenze...me lo segno! ;)
    Buon lunedì, un abbraccio

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Un dolce da mariti insomma! Se lo provi fammi sapere i commenti che sono curiosa... Ti avverto, da me la frase ricorrente di fronte a ogni dolce diverso è: "non lo fai mai il belsone?"... Ecco, vedi tu!
      V.

      Elimina
  14. devo assolutamente farlo... è una meraviglia :-*

    RispondiElimina
  15. Questo bensone è una novità anche per noi...questa trattoria ce la siamo immaginata benissimo, grazie alla tua minuziosa descrizione...sembra proprio un bellissimo posto, avvolto in un alone di affascinante mistero!
    Il bensone deve essere proprio buono, un'alternativa ai cantucci toscani!
    Bravissima!!

    RispondiElimina
  16. uhhh che buono! vorrei sublimare anche io! gran bel pezzo di tradizione che mi piacerebbe provare. Un caro augurio di buone feste e un bacio!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Allora devi proprio farlo e provare quella sensazione di sublimazione che qualcuno sostiene che il belsone porti con sè!

      Elimina
  17. Mai sentito parlare del bensone!
    Ma si impara sempre qualcosa di nuovo!
    Grazie per la ricetta ed un abbraccio Maria

    RispondiElimina
  18. Un dolce rustico tutto da provare cara Veronica! Mi ricorda molto le ciambelline sarde come consistenza, devo proprio farlo, sono molto curiosa di sapere che assomiglia ai dolci della mia infanzia!
    Grazie mille per questa meravigliosa ricetta, come sempre bravissima!
    Un abbraccio Laura<3<3<3

    RispondiElimina
  19. Looks like an amazing recipe, will try it for sure. Great blog & would you
    like to follow each other on GFC, Google+ & Bloglovin? Lemme know & lets
    keep in touch!



    X
    http://subhamrai.blogspot.in/

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Laura: Sì, è decisamente un dolce rustico, uno di quelli da famiglia per intenderci; quindi sicuramente simile alle tue ciambelline...

      Subhamrai: you are welcomed in my kitchen!

      Elimina
    2. Followed you back on GFC & Thanks! :)


      X
      http://subhamrai.blogspot.in/

      Elimina
  20. Wow, che bonta, sei molto brava. Sono la tua nuova follower.
    Se ti va pasa da me: redecoratelg.com
    Baci, ti aspetto.

    RispondiElimina
  21. Those pictures are so beautiful <3 Looks super delicious!
    I am following you now, please follow back if you like my blog too :)

    Have a nice day!
    Aimie from Channel Of Creation

    RispondiElimina
  22. Che tenerezza il racconto di questo luogo...mi sembra di rivivere i momenti quando vivevo a casa con i miei e la nebbia la faceva da padrona tutta intorno ;)!!! Il bensone rientra alla grande nei miei ricordi e ho già sperimentato varie volte e piace anche ai miei piccoli, devo rifarlo presto però nella versione con la marmellata brusca fatta dalla mia mami ;)!!! Buona serata Luisa

    RispondiElimina