Stracchino della duchessa

gennaio 05, 2014

Non siete un po' stanche di cucinare piatti elaborati?
Durante le Feste ci siamo prodigate davanti ai fornelli creando piatti che avevano un tempo di preparazione medio di tre ore, tanto da toglierci la forza di fotografarli ad uso blog.
Quindi, oggi, un dolce facile e veloce. L'occasione? La befana. Prego evitare facili battute.
Per brindare vi proponiamo un moscato: Lini 910. Non siamo sommelier e quindi non vi garantiamo che questo sia l'abbinamento perfetto ma, a noi, piace molto.

Stracchino della duchessa

500 g di panna fresca
100 g di torrone
70 g di cioccolato fondente
50 g di zucchero
15 amaretti
Tritate grossolanamente gli ingredienti secchi. Montate la panna ed aggiungete lo zucchero e ciò che avete tritato.
Ponete il composto in uno stampo e mettetelo in freezer per almeno 3 ore. Sformate e servite, se vi piace, accompagnando con cioccolato fuso.
Si dice buona Befana?
S.

You May Also Like

23 commenti

  1. Che bella ricetta! Per ora buona domenica e per domani poi buona befana!

    RispondiElimina
  2. Ecco, ho giusto un pezzettone di torrone avanzato, questa potrebbe essere la sua degna fine! :-)

    RispondiElimina
  3. sembra buonissimo...a quest'ora poi ahaha..ottimo modo per riutilizzare i torroni sparsi per casa :P

    se ti va passa da me nuovo post..
    http://thecherrybombdiary.blogspot.it/

    RispondiElimina
  4. Cioccolato, torrone, panna...un attentato, quindi ^_^!!
    Povera Befana...

    RispondiElimina
  5. Fantastico questo dolce, si presenta più che bene :)
    Un bacio!

    RispondiElimina
  6. Oltre che presentarsi bene è velocissimo da fare,.....e.... sembra veramente tanto tanto buono!!!!
    Ciao
    Annamaria

    RispondiElimina
  7. Che bella e quanto sarà buona! Buona domenica :)

    RispondiElimina
  8. deve essere proprio una delizia^_^
    http://glampond.blogspot.it

    RispondiElimina
  9. Lini910? Sempre bello scoprire nuovi vini... Questo dolce e sensazionale!
    Un bacione.

    RispondiElimina
  10. Bonooooooo, e anche bello da vedere! Certo che si dice buona befana.....e per la cronaca io mi sto preparando, tutta bella imbacuccata, mutandoni di lana, panciera, calzettoni e calzamaglia.......e la mia immancabile scopa-turbo! Un abbraccio. Paola

    RispondiElimina
  11. La tua ricetta dello Stracchino della Duchessa è allettante. Non credo che riuscirò a provarla, non subito almeno, sono preda di un potentissimo raffreddore e quello che desidero è di stare rintanata al calduccio senza fare niente.

    RispondiElimina
  12. Sembra buonissimo! Appena ho un po' di tempo magra i provo ;)

    RispondiElimina
  13. Meraviglioso! Ho 'acquolina in bocca.

    RispondiElimina
  14. Hai ragione dopo il tour de force di quest'ultimo periodo un po' di semplicità ci vuole..se poi questo è il risultato non si può che andarne fieri ^_^ Complimenti deve essere golosissima, invidio chi potrò assaporarla :-P
    Buona serata <3
    la zia Consu

    RispondiElimina
  15. Mamma mia dev'essere qualcosa di buonissimo!

    RispondiElimina
  16. Non oso immaginare la goduria delle papille gustative all'assaggio di questo dolce..segno subito, a presto :-)

    RispondiElimina
  17. Un ottimo modo per riciclare il torrone avanzato, ma che attentato alla linea, già provata dalle feste!!!
    Ma mi spiegate il nome della ricetta? Cosa c'entra lo stracchino? Io conosco un formaggio che si chiama così, ma in questa ricetta non c'è...
    Un abbraccio!

    P.S. Ora vi seguo anch'io con GFC!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Sinceramente non so quali siano le origini del nome. Dovrei fare ricerche ma nelle gelaterie, da noi, esiste un semifreddo con lo stesso sapore, quindi ho deciso di chiamare così il dolce.
      Grazie per la visita ed il commento.
      S

      Elimina
    2. Sinceramente non so quali siano le origini del nome. Dovrei fare ricerche ma nelle gelaterie, da noi, esiste un semifreddo con lo stesso sapore, quindi ho deciso di chiamare così il dolce.
      Grazie per la visita ed il commento.
      S

      Elimina
    3. Ah, ecco! Ogni luogo ha i suoi nomi e quello che da me è un formaggo, da voi è un gelato!!!

      Elimina